HOME-FILM » (D Aggiornato), (D del 2013), (Download del 2013), (Streaming del 2013), (Western del 2013), (Western Download del 2013), (Western Download), (Western Streaming del 2013), (Western Streaming), -Download, -Streaming, 2013, Featured, Usa, Western Aggiornato » Django Unchained (2013)

Attenzione! L'INDIRIZZO UFFICIALE E' CB01.TV ex cineblog01 (L'unico originale)

 

Django Unchained (2013)


18 gennaio 2013

WESTERN – DURATA 163′ – USA                                                                

Nel sud degli Stati Uniti, due anni prima della guerra di secessione, lo schiavo nero Django è riuscito a riacquistare la sua libertà grazie a King Schultz, un ex dentista tedesco trasformatosi in cacciatore di taglie, che gli fa da mentore e guida con la speranza che Django lo conduca fino ai pericolosi fratelli Brittle…
+Info »

 

Streaming:
Firedrive
Moevideo
Speedvideo
Videomega
Videopremium
Nowvideo: 1° Tempo2° Tempo
Download:
Cloudzilla
Uploadable
Uploadrocket
Backin: Parte 1Parte 2Parte 3
Nowdownload: Parte 1Parte 2Parte 3
Rapidgator: Parte 1Parte 2Parte 3
Tusfiles: Parte 1Parte 2Parte 3
Screen / Report    AC3.BDRip
Guarda il Film Completo:

 

Guarda il Trailer:

   
 
I commenti sono sottoposti alle linee guida per la moderazione
  • leo

    figo il film

  • Gigi Andolfo

    capolavoro assoluto!!!!!

    • Ronnie

      In lingua originale ti assicuro che è strepitoso.

      • http://twitter.com/thevintageek Andrea Bigozzi

        In lingua originale è decisamente bello, anche se effettivamente l’adattamento italiano, con il doppiaggio di Pino Insegno, ha giovato l’interpretazione di Jamie Foxx, rendendolo molto più credibile! imho

  • valentina

    CAPOLAVORO. Tarantino ama profondamente i suoi spettatori e vuole farli piangere, ridere, divertire, sognare. Tarantino crede che il cinema sia questo, magia, storia e divertimento. E grazie al cielo, diciamo noi.
    Film spettacolare, sceneggiatura perfetta, regia marchio di fabbrica del nostro genio. BEllo, bello, bello. Un film che entra nella storia del cinema.
    Come ci sono i santi subito, ci sono anche i capolavori subito.
    Non perdetelo.

  • dacal72

    ora me lo rivedo in italiano ahaha film superlativo

  • Alecigna

    strepitoso tarantino, grande omaggio a nero, morricone e sergio leone e corbucci
    solo tarantino poteva parlare di schiavismo e metterci su pezzi hip,hop
    cast brillantissimo, in cui forse di caprio e oscurato dalle prestazioni incredibili di Waltz e Jackson, quest’ultimo veramente eccezionale… insomma che dire del film?
    Stupendo,musicale,citazionista,crudele,cruento,vero,simpatico,grottesco e chi piu ne ha piu ne metta, tarantino al top al mio parere come sceneggiatura e regia, dialoghi brillanti, mai banali
    Waltz dire che e co-protagonista e poco
    menzione speciale per la Washington che con 3 battute in tutto il film trasmette tantissimo
    capolavoro imperdibile, colonna sonora con pezzi originale (cosa nuova per tarantino) fotografia stupenda
    innamorato di questa pellicola, forse l’unica pecca è il finale molto tranquillo, ma che si riprende benissimo con quei due secondi dopo i titoli di coda
    voto 9,5 tarantino Mania!

    • Ronnie

      Leggetevi tutti questo post. Sintetizza appieno questo film. Anche a me è piaciuto molto l’omaggio a Franco Nero, anche perchè mi erano piaciuti i suoi Django. Evidentemente anche a Tarantino, che con questo film, secondo il mio modesto parere, ha reso onore all’ Italia del cinema dei bei tempi andati. Come per “Bastardi senza gloria” che Tarantino ha ammesso di aver “copiato” nella prima parte di “Quel maledetto treno blindato” di Castellari, 1978 interpretato da Bo Svenson. Andatevelo a vedere che è un bel film.

  • Patty

    Grande film! Tarantino é geniale e gli attori superlativi

  • thunderstruck

    che dire……un grande!!!!

  • SoulKnight

    devvero bello merita 5 stelle, come sempre quentin tarantino non si smentisce

  • disqus_rIc76qmvWq

    …mi spiace molto per la scelta di jamie foxx senza dubbio uno degli attori afroamericani più scarsi e scontati della storia del cinema tanto che, giustizia privata a parte, il suo ruolo è sempre stato quello del belloccio stupido ed arrogante che guarda caso gli riesce molto bene.. apparte ciò il tributo al cinema italiano era nell’aria e finalmente è arrivato grazie quentin.

    • behemoth

      bè, ha una buona presenza scenica, certo, se al posto suo ci fosse stato Denzel Wahington … apriti cielo !!! In realtà il suo ruolo, pur essendo protagonista, ha pochissime battute, a parer mio non se l’è cavata male … anche perchè per la maggior parte del tempo è stato in silenzio!!!

    • http://www.facebook.com/farcio Marco Falcini

      ma hai mai visto Ray ??

      • fab1o77

        Ciao scusa mi intrometto, Ray è bellissimo e Foxx per calarsi nel personaggio ha indossato una benda sugli occhi per tre mesi altro che attore scadente è un’attore molto sottovalutato da certa gente. ha vinto anche l’Oscar come miglior attore e quell’anno aveva anche la nomination come miglior attore non protagonista per Collateral. Io sto dando ragione a te, secondo me la scelta di Foxx è stata azzeccata perché non vedo nessun’ altro in quel personaggio!

    • http://www.facebook.com/aleymaran Alessandra Visentin

      forse tu di cinema te ne intendi prorpio poco ti ricordo che jamie foxx ha vinto un oscar per l’interpetazione di ray

  • kenshiro hokuto

    uno dei film + belli visti in questi pochi giorni inizio 2013 ottimo per passare qualche ora merita molto Ringrazio cineblog01

  • cinematto

    che dire ad un regista ed un cast così..?!…non ci sono parole…. voto 5 stelle

  • http://www.facebook.com/paolo.bellofiore.71 Paolo Bellofiore

    E’ spettacolo puro. Comunque per chi ha visto gli spaghetti western degli anni 60-70 ricorrerà qualche ” deja-vu”. La bravura degli interpreti tiene su alla grande il film. Tarantino , a mio parere , indulge a qualche piccolo vuoto nella dinamica della vicenda con qualche dialogo di troppo, anche senza arrivare alla prolissità di ” Pulp Fiction” . Un piccolo appunto : non mi sembra possibile che nel 1858 vi fosse una tale diffusione di armi da fuoco a ripetizione e vi fossero così tanti e abili gunmens in giro. Indubbiamente i revolver Colt Navy e Remington già c’erano, come pure le carabine a retrocarica…..ma i fucili Henry erano già di uso così comune? Voglio dire che la tipologia e la disinvoltura nell’uso delle armi da fuoco e la dovizia di pistoleri del film, sarebbero stati perfetti per gli anni ’70 del XIX secolo. Ma , a quell’epoca, la schiavitù era già stata abolita. La intuizione geniale di Tarantino è stata quella di fondere la vecchia tematica del cacciatore di taglie ( doviziosamente presenti in tutti gli spaghetti Western) e del cattivo protetto da un esercito di pistoleri, con quella dell’esecrazione della schiavitù e del riscatto degli oppressi e sfruttati, chiaramente enunciati.
    .Paolo Bellofiore

    • Ronnie

      Ma che dici? la guerra civile è del 1861-1865 e la schiavitù in tutta la nazione americana è stata abolita alla fine della guerra (solo in alcuni stati del nord era stata accettata). Esce all’inizio del film che la storia è narrata nel 1858. In quanto alle armi le Colt sono del 1835-1840 e di fucili a ripetizione o Winchester non se ne vedono. Fucili Henry sono del 1860 effettivamente, ma che erano un miglioramento di uno Smith-Wesson degli anni 1845-50, poi modificato da Henry alla fine degli anni 1850 e lo commercializzò nel 1860 proprio per la guerra civile. Non vorrei sbagliarmi o sembrarti presuntuoso, dall’alto o dal basso dei miei 60 anni, ma sono stato uno “studioso” della storia americana (dai pellerossa alla fine del xx secolo).

      • http://www.facebook.com/paolo.bellofiore.71 Paolo Bellofiore

        I protagonisti , in una scena nella neve, sterminano una banda di fuorilegge adoperando dei fucili a ripetizione a leva. Ritengo che siano Henry. Ho chiaramente detto che “…Indubbiamente i revolver Colt Navy e Remington già c’erano, come pure le carabine a retrocarica..”. . Può darsi che fossero già ampiamente diffusi, anche se mi sembra poco probabile, La figura del pistolero che “gioca” con la propria arma,..esercitandosi alla velocità e precisione , mi sembra più tipica di almeno un decennio successivo a quello dell’ambientazione della storia. Che c’entra il fatto che Tarantino lanci un messaggio antischiavista con quello che la schiavitù è stata abolita alla fine della guerra civile?

    • Enes

      non penso che Tarantino sia meno informato di te…..

      • http://www.facebook.com/paolo.bellofiore.71 Paolo Bellofiore

        Certamente Tarantino è meglio informato di me. Le armi, con qualche riserva per i fucili Henry, sono sicuramente congrue con l’epoca di ambientazione del film. Ad esempio i revolvers sono tutti rigorosamente ad avancarica.. Solo la piccola Derringer e le carabine sono a retrocarica . Pensavo solamente che si fossero diffuse in massa solo durante o dopo la guerra civile e che nel 1858 non fossero così diffuse, . La stessa carabina Sharp ( mi sembra che sia quella adoperata per i tiri a lunga distanza nel film) è degli anni ’50 del XIX secolo. Quindi nessuna particolare inesattezza storica. Il merito di Tarantino è di creare spettacolo e “divertissement”

    • http://www.facebook.com/paolo.bellofiore.71 Paolo Bellofiore

      Ho già replicato,ma non sono sicuro che il messaggio sia passato. Preciso: quando dico “…ma a quell’epoca la schiavitù era già stata abolita…” mi riferisco alla metà degli anni ’70 del XIX secolo, non certo all’anno di ambientazione del film, appunto il 1858. Mi sono sicuramente espresso male. Ovviamente Tarantino , affrontando il tema della libertà e della esecrazione della schiavitù ha dovuto ambientare il proprio film in un periodo in cui la schiavitù stessa era ancora pienamente in auge , cioè tre anni prima dell’inizio della Guerra Civile Americana . Accostando a questo tema quello dei cacciatori di taglie e dei pistoleri infallibili ha , a mio modestissimo parere , forzato un po’ la mano. Di armi a ripetizione nel film se ne vedono e come, tipo Winchester, ma penso siano Henry…con due fucili di quel tipo nel film i nostri fanno strage di una banda di fuorilegge nella neve. Che ci fossero già i revolvers da molti anni, rispetto al 1858, lo so benissimo e lo dico chiaramente: “…. i revolver Colt Navy e Remington già c’erano, come pure le carabine a retrocarica”…Tutto qui. Era solo una oziosa osservazione. Nulla toglie alla qualità del film che , ripeto, è spettacolo puro.

  • HAL-9000

    Waaaaauuuuu

    Che dire…

    Vedetevelo…gustatevelo…

    Filmone dove il nostro genio ci regala cinema all’ennesima potenza.

  • MIKIZ

    cosa dice quell’uomo alla fine dei titoli di coda? qualcuno me lo traduce? XD

    • gig1one

      “Chi era quel negro?”

      • Ronnie

        E’ vero adesso che ho sentito meglio hanno ragione Angelo e Moreen
        Chi era quel negro?
        Who was that nigger?

    • http://www.facebook.com/angelo.leonardi.733 Angelo Leonardi

      Who Was that nigga??? Equivale a chi era quel nero ?? Ed infatti subito dopo la scritta django :)

    • Uno Qualunque

      Dice: “Who was that nigger/nigga – Chi era quel negro ?”

    • Ronnie

      Mi sembra che dica “Who worn that nigger?”

      Chi ha fatto incazzare (esaurito, esasperato) quel negro?”

  • gre gang

    tarantino è una garanzia filmone veramente sai che non puoi rimanere deluso

  • andrea73666

    tarantino non si smentisce mai voto 10

  • behemoth

    Sottigliezze da cinefilo: Benassi è perfetto per doppiare Waltz, ho qualche dubbio sulla voce di foxx, l’avrei preferita più calda, ma ripeto, sottigliezze. L’ho rivisto in Italiano, e devo dire che l’Italia non è seconda a nessuno in quanto a dooppiatori, siamo davvero bravi e soprattutto estremamente precisi. Resto dell’idea che si tratta di un ottimo film, non lo considero tuttavia un capolavoro.

    • http://www.facebook.com/sinoassa.bombassei Sino Assa Bombassei

      Non abbiamo i doppiatori migliori del mondo abbiamo il popolo più ignorante del mondo, e quindi dei doppiatori

      • behemoth

        Rispetto la tua opinione, ma sono costretto a farti notare anzitutto che non siamo affatto un popolo ignorante, anzi, direi tutt’altro, e secondariamente che la storia dei doppiatori Italiani inizia negli anni 40. Siamo stati noi i primi a creare questa categoria professionale, giusto per la cronaca. Forse se si fosse più obiettivi e meno snob sarebbe tutto molto più chiaro. Siamo il paese dell’invidia e della spocchia.

        • Guest

          behemoth, significa che la doppiatura è stata adattata ,inerente alla percezione media del popolo (e si sa benissimo che l’ignoranza la fa da padrona agli italiani).

          in lingua originale i dialoghi hanno totalmente un’altro tono e un altro senso.ciao.

          • behemoth

            si, su questo siamo d’accordo, intendo la seconda parte del tuo post. Sugli italiani ignoranti già mi sono espresso, e ripeto che per me non è così.

          • telepaco

            e quale sarebbe il popolo acculturato, gli americani? ahahahah bella questa

        • valeria migliorata

          ma il doppiaggio di per sé è segno di scarso amore per il cinema, anche se anche questa è ovviamente un’opinione. io non riesco a sopportare i film doppiati: c’è questo filtro tra te e gli attori, tra te e il suono originale…
          un amico francese mi ha fatto capire la follia del doppiaggio facendomi vedere la leggendaria scena di de niro in taxi driver (stai parlando con me?) doppiata in francese… allora, vedendolo in un’altra lingua, mi sono accorta di quanto fosse assurdo, e finto, e alla fine brutto. e ora il mio inglese scolastico è diventato, in dieci anni di film e serie in lingua, ottimo….

          • behemoth

            scusa ma cosa c’entra? devono essere tutti piliglotta per vedere film di altri paesi? Guarda che ci sono anche attori capre dove il doppiaggio rende giustizia ! Non è tutto bianco o tutto nero !

          • Diego Sauvé

            Bell’esempio hai proposto, qualunque doppiaggio francese è terribile, ma sta nella cadenza naturale della lingua…e ti faccio notare anche il mio cognome…L’amore per il cinema comprende molto altro non solo la recitazione… ma forse ti serviva imparare l’inglese americano.

          • http://www.facebook.com/marta.puggini Marta Puggini

            allora posso dirti che avere un cognome francese non conta niente quando si parla di cinema e doppiaggi, conta cultura cinematografica e un minimo di proprietà di linguaggio. Questo film è criticabile (quanto apprezzabile) per tante cose tranne che per i doppiatori.

          • valeria migliorata

            no, servirmi non mi serviva nulla di particolare. quanto al doppiaggio a me fa orrore, non è che vi sto dicendo che dovete guardarli in originale. sto dicendo che A ME fa orrore, che è un filtro per me insopportabile. è che quando sento dire ammazza quanto è bravo mi chiedo ma come fai a saperlo se vedi solo le faccette che fa e poi senti la voce di un attore italiano? mi fa ridere questo fatto che in italia appena tocchi il doppiaggio tutti a dire ma non sono poliglotta. Intanto non esiste festival al mondo in cui i film si vedano doppiati, neppure a Venezia. Forse perché i giurati e il pubblico per capire se quell’attore è bravo credono di doverlo SENTIRE oltre che vedere?

          • gianluigi92

            lo sai che anche io da quando ho incominciato a vedere serie tv americane subbbate non riesco più a vederle doppiate ! E lo stesso vale pure per i film e sto migliorando pure l’inglese !

          • giacobino2000

            …forse ignori che anche in lingua originale sono doppiati: hai capito bene, dall’inglese all’inglese, per ovviare ad alcune lacune degli attori… quindi ciò che si vede Non è Mai l’originale. Tanto vale gustarselo in Italiano, anche perchè, scusami, ma per quanto tu sappia l’inglese non penso che riesci a comprenderne le sottigliezze e i modi di dire!

        • http://www.facebook.com/sinoassa.bombassei Sino Assa Bombassei

          Io continuo a non essere d’accordo.Il doppiaggio in Italia esiste perché quando inventarono il sonoro la maggior parte degli spettatori in quasi tutta Italia era ANALFABETA, in parole povere non sapevano leggere le scritte sotto alle immagini. Punto. Poi, ripeto, abbiamo una delle lingue più belle e musicali al mondo, questo non si può discutere.

          • behemoth

            L’avvento del sonoro, ossia primi anni ’20, vedeva il paese uscire dalla grande guerra, l’analfabetismo era una cosa generalizzata, nel mondo Intero.

            Peraltro stiamo parlando dei primi anni dopo la grande guerra – 15/18 – e il popolo si preoccupava più di riempire lo stomaco piuttosto che spendere soldi per i cinema – solo nelle grandi città, dove l’analfabetismo era dimezzato – e infatti i cinema, che erano teatri allora, erano frequentati da chi poteva permetterselo e di certo non da chi doveva “accocchiare” il pranzo con la cena.

            Ciò che dici è inesatto, e non solo dal punto di vista storico. Punto !

          • http://www.facebook.com/sinoassa.bombassei Sino Assa Bombassei

            Credo sia inesatto quello che dici tu, perché non è affatto vero che al cinema ci andavano solo i benestanti, mi sa che ti devi riguardare un pò di nozioni come il fordismo. Detto questo in Italia c’erano tantissime sale, anche della Chiesa. I cinema erano aperti tutto il giorno e ti assicuro che se mai è ai giorni nostri che non tutti si possono più permettere il cinema.
            E comunque io credo che a nessuno la prima volta che li vede facciano impazzire i film in bianco e nero o sottotitolati. Semplicemente si inizia a prendere una buona abitudine che per la maggioranza delle persone non hanno la tenacia di prendere. All’inizio si fa fatica a seguire immagini e scritte insieme poi si migliora. Alla fine si è felici di aver cosi la possibilità di apprezzare quello che il regista ti voleva mostrare. A me sembrate tutti dei bambini che non vogliono mangiare gli spinaci.

          • behemoth

            Se vuoi posso consigliati dei buoni libri per colmare le tue lacune in merito, sono a disposizione.

          • http://www.facebook.com/farcio Marco Falcini

            piu belle forse….piu musicali no di certo :)

        • valeria migliorata

          ah.. perché secondo te io quindi preferisco vedere i miei attori preferiti con la loro intonazione, con il lavoro che hanno fatto con il coach (invece che il doppiatore che arriva dal traffico di roma con il rodimento, fa la sua mezzora di parlato e se e va) perché sono invidiosa ? Ma invidiosa di chi? Dei doppiatori? !!!!! Ha ragione il tipo qui sotto: GLI SPINACI SONO BUONISSIMI. Ma si sa che sono il cibo preferito dei comunisti invidiosi.

      • gianluigi92

        guarda che una cosa non esclude l’altra !

        • http://www.facebook.com/sinoassa.bombassei Sino Assa Bombassei

          Io ti posso assicurare che ci sono molte sfumature perse nella versione doppiata. A parte il lavoro dell’attore sulla dizione, che è importante come la sua camminata, e i suoi gesti. A me questa cosa dei migliori doppiatori al mondo mi fa pensare solo che tu non sai l’inglese e non vuoi sentirti ignorante per questo.

          • http://www.facebook.com/sinoassa.bombassei Sino Assa Bombassei

            Vorrei aggiungere che credo che la questione del doppiaggio migliore o peggiore del mondo abbia a che vedere più con il ritmo di una lingua che con la bravura dei doppiatori. Ad esempio lo spagnolo, che ha una ritmo estremamente diverso rispetto sia all’inglese che all’italiano, non avrà mai un doppiaggio di buona qualità. Questo perché il tempo delle battute è diverso. Credo, non sono un esperto in materia ;-)

          • Ronnie

            Fuck!!!! Non parlarmi dei doppiatori spagnoli (non so i film in lingua loro che già non reggo). Credo siano i peggiori in tutto il mondo. Neanche gli ungheresi che ho sentito in qualche film a Budapest erano così terribili nei toni. Hai ragionissima! E scusa l’imprecazione, ma sono inascoltabili. Mi sembra che ridicolizzino tutti i film.

      • telepaco

        Perchè secondo te sapere l’inglese è sinonimo di sapienza? La cultura te la fai studiando storia, geografia, filosofia, lettere, arte, astronomia ecc…non studiando una lingua come l’inglese, pur necessaria a molti per lavoro o viaggi, che si scrive in un modo e si pronuncia in un altro, una lingua erede di popoli , gli Angli e i Sassoni, essenzialmente barbari….e qui mi fermo. Se so bene la lingua riesco ad apprezzare il film originale, se non la so bene capisco la meta’ di quel che dicono o mi perdo a leggere i sottotitoli ovvio

        • Uno Qualunque

          Qualsiasi lingua può essere doppiata a modo, a patto che i doppiatori sappiano essere anche attori e riescano a comprendere la psicologia dietro le battute. Spesso il problema sta a monte, quando ad esempio siamo costretti a mantenere la voce di Francesco Pezzulli per Leonardo DiCaprio, per ovvie ragioni che trascendono dai contratti (il pubblico medio storce il naso di fronte ai cambiamenti improvvisi): ci troviamo un Leonardo DiCaprio sicuramente cresciuto con la voce del ragazzino che era in Titanic, purtroppo.
          Discorso a parte per Christoph Waltz e Jamie Foxx che, se nell’originale erano ottimi, sono stati massacrati dai nostri doppiatori e in questo caso nulla c’entra l’età: nonostante Pino Insegno sia un discreto doppiatore, Django grazie a lui perde tutto il suo fascino, e il problema è che in Italia ce ne sarebbero stati tantissimi di doppiatori più adatti ma, purtroppo, non facenti parte del “circoletto”; Waltz, col suo bell’oscar (pure meritato grazie all’accento interpretato), è stato doppiato senza amore, né arte, ma più probabilmente senza intelligenza, perché è stato privato della caratterizzazione e trasformato in un’ombra da Benassi che aveva invece lavorato benissimo in Inglorious Basterds.

          • telepaco

            Sinceramente tutte queste critiche ai doppiatori le trovo esagerate, ma ognuno ha la sua opinione. Di Caprio diciamolo, ha ancora la faccia del ragazzino e se è invecchiato lui nel frattempo lo è anche il suo doppiatore. Il problema è che se uno prima guarda il film originale e poi quello doppiato dice ” cacchio, il timbro di voce è differente”. Certo che è differente, non si trova spesso un doppiatore con lo stesso timbro di voce del personaggio e che sia anche ad alto livello per interpretarlo. A me sono piaciuti. A chi critica tanto i film doppiati chiedo ma perchè li guardate e poi commentate? Guardatevi l’originale e basta, visto che siete cosi’ bravi da apprezzare tutte le battute e tutte le sfumature dello slang americano. Io vivo in Colombia e conosco perfettamente lo spagnolo slang parlato qua. Quando guardo un film venezuelano o messicano spesso non capisco bene il contenuto, perchè lo slang è differente, e stiamo parlando di una lingua semplice come lo spagnolo. Mi fanno sorridere quelli che dicono di capire perfettamente tutto nei film americani, minimo bisogna vivere 3 anni negli USA per capire lo slang spedito dei film, se poi il film è australiano c’è da ridere….

          • Uno Qualunque

            Il tuo è un discorso un po’ superficiale, visto che non stiamo generalizzando ma stiamo analizzando questo film e questo doppiaggio. Non mi sembra neppure che qualcuno abbia gridato “al rogo !”. E’ lecito criticare le performance dei doppiatori come è lecito criticare quelle degli attori.
            Poi, per quanto riguarda l’esempio che fai con DiCaprio (si scrive così), è evidente che non hai mai bazzicato l’ambito italiano del doppiaggio: ti assicuro che trovare doppiatori eccellenti per ogni occasione è molto facile mentre la parte difficile, la loro, è mettersi a novanta per la mafia cinematografica.

          • http://www.facebook.com/sinoassa.bombassei Sino Assa Bombassei

            Vorrei fare una precisazione: non penso che non sapere l’inglese sia sintomo di ignoranza. E non vorrei mai che sparisse il doppiaggio. Sono per aprire un dibattito che potrebbe magari portare a far distribuire nelle sale cinematografiche, in parallelo alle versioni doppiate, anche le versioni sotto titolate in lingua originale. Anzi molte volte il film in lingua originale esce prima di quello doppiato (nei paesi in cui si mettono i sottotitoli) , quindi chi se lo vuol vedere doppiato attende come attende ora. E poi molti doppiatori importanti sostengono che la scadenza del doppiaggio attuale è dovuta ai committenti che invece di fare 60 sedute di doppiaggio, come si è sempre fatto, ormai è tanto se ne fanno 15. A questo punto la bravura del doppiatore è irrilevante direi.

        • http://www.facebook.com/sinoassa.bombassei Sino Assa Bombassei

          io non ho mica detto di guardarli senza sotto titoli

  • GMax

    Anche se abbiamo i migliori doppiatori al mondo, in questo caso preferisco di gran lunga la versione in lingua originale: nella edizione italiana Di Caprio sembra avere un timbro fin troppo “giovane” e sbarazzino per essere un duro proprietario terriero (e schiavista) e Waltz… beh: semplicimente impossibile “sorpassare” la sua parlata nella versione originale. E’ ovviamente solo una mia impressione personale, come lo è il fatto che trovo migliori i dialoghi come quelli dei “nostri” traduttori dei sub (thanks!) che quelli della edizione italiana.
    Cmq, gran bel film, e grazie ancora Cineblog!

  • http://www.facebook.com/farcio Marco Falcini

    che dire…dopo averlo visto in lingua originale….posso solo dire che non ce’ paragone….per i miei gusti…tolto di caprio e samuel jackson gli altri sono poco azzeccati…a partire da waltz con benassi….per non parlare di foxx doppiato da pino insegno…
    forse era meglio guardare prima l italiano e poi andarsi a vedere l originale… pazienza..

    • Ronnie

      Oh, una che è d’accordo con me. Ma dai Pino Insegno che doppia Foxx..Ma per favore, lo stravolge completamente. Vero, io credo, anche per Di Caprio. Dici bene Marco. Stavolta l’originale è di gran lunga migliore del doppiato, anche se noi abbiamo (avevamo) i migliori doppiatori del mondo (lo ha detto anche, a ragione, Luca Ward).

      • http://www.facebook.com/farcio Marco Falcini

        probabilmente i doppiatori italiani sono ancora tra i piu bravi….ma credo che se uno conosce un po d inglese….
        vale sempre la pena di vedere i film in lingua originale….
        perche anche se i doppiatori sono bravissimi…
        nel doppiaggio si perderanno sempre accenti..e molte sfumature..
        come del resto credo che sia penoso guardare “la vita e’ bella”…in inglese :)

    • demon

      concordo.il doppiaggio è penoso, ma in generale ormai quasi di tutti i film,io preferisco sempre quello in lingua originale per gustarmi il film a pieno … in italia viene adattata una linea di espressione totalmente differente,anche molto ridicola(come in questo caso, che sembra un cartoon)

  • Pierozzo

    Carino, molto ben fatto, sebbene irrimediabilmente inquinato da elementi caratteristici del cinema statunitense, per cui non esattamente all’altezza dei capolavori di Leone, in cui la narrazione è maniacalmente fedele alla riproduzione del momento storico, senza fronzoli e senza un eccessivo susseguirsi di colpi dall’improbabile balistica.
    I dialoghi sono spassosi, in alcuni tratti le scene prendono una piega dalla comicità travolgente, al punto che le risate degli spettatori in sala si rivelano un valore aggiunto, facendo da contorno a divertenti momenti da sit com; comunque le fattezze e le battute del pistolero damerino mi hanno ricordato più le conversazioni di “The Big Bang Theory” che non le chiacchiaerate di Pulp Fiction: senz’altro un personaggio molto divertente.
    CIneblog: voto 10, come al solito
    Audio e video passabili, film complessivamente molto gradevole e scorrevole.
    Ribadisco, esprimo un giudizio molto positivo, ma l’accostamento ai Western di Leone non mi pare del tutto appropriato.

  • pulpfiction

    C’è poco da dire, non un capolavoro ma…
    …Tarantino in grande spolvero.

    Aggiorno la mia classifica:

    1- Pulp fiction (9,5)
    2- Le iene (8,5) – Django unchained (8,5)
    3- Bastardi senza gloria (8+) – Kill Bill vol.1 (8+)
    4- Kill Bill vol.2 (8)
    5- Jackie Brown (7,5)
    6- Grindhouse (7+) – Dal tramonto all’alba (7+)

    PS: Meglio la versione originale.

    • Ronnie

      Posso anche essere d’accordo con gli altri ma “Bastardi senza gloria” un capolavoro??? No dai! Allora Pulp Fiction cosè? C’è un abisso tra i due. Giustamente lo metti al primo posto. Bastardi senza gloria non mi ha esaltato. Sono andato a vedermi “Quel maledetto treno blindato” e devo dire che mi è piaciuto di più.
      Mi riguarderò ancora “Bastardi senza gloria” che ho visto come una parodia di “tutto”. E poi così banale. L’americano che sbaglia il 3 o il 4 con le dita, davanti ai tedeschi. Ma come si fa?
      No dai, non è un capolavoro.

    • Maicol Kiwei

      dal tramonto all’alba è di rodriguez.

      • pulpfiction

        Hai ragione, mi scuso per l’inesattezza.

  • http://www.facebook.com/alessandra.colasanti78 Alessandra Colasanti

    Tarantino non si smentisce mai… vero capolavoro, cast superlativo, fotografia fantastica…cazzo questo si che è cinema

  • Lupo77

    fantasico…… non troppo nello stile Tarantino, ma fantastico e poi la fine sulle note del mitico Morricone TOP

    • Guest

      la canzone finale (tratto da Lo chiamavano Trinità) non è di Morricone…

  • http://www.facebook.com/augusto.marogna Eliene Augusto

    un omaggio ironico ai registi italiani di genere, in zuppa alla Tarantino.

  • sanacore73

    Direi che è in assoluto il film più bello che io abbia mai visto..! Quentin Tarantino e il suo Django e da premio Oscar…

    P.S E non dimenticate che Django si pronuncia senza la “D”

    • Ronnie

      Ma chi te lo ha detto? In Django la D è muta e mi sembra che lo dica anche Foxx nel film, quando Waltz gli chiede il nome, nelle scene iniziali. A parte che è un P.S. assurdo.

    • Ronnie

      Scusa, scusa, scusa diecimila volte a Roberto Sanacore. Non avevo letto bene “senza” D, e ho commentato per niente. Sono ancora un po’ bilingue e storpio sia l’italiano sia l’inglese (Irish) a volte. Scusa ancora.

  • http://www.facebook.com/pierre.pereposti Pierre Pereposti

    Stupendooooo voto 10 ❤❤❤❤ grandissimo tarantino un cast eccezionale ❤

  • chris

    Concordo con Ronnie, in lingua originale è strepitoso ma comunqure resta un capolavoro, attori straordinari, ritmo impressionante, musiche eccezzionali,Strepitoso, passerà alla storia come è giusto che sia

  • Domenico Caiazza

    perche esce scritto ogni tanto for your consideration?? cmq capolavoro di tarantino!

  • http://www.facebook.com/gennaro.marigliano1 Gennaro Marigliano

    Mitico stratosferico e incredibile una storia bellissima

  • Andrea

    stupendo!!!! le musiche da brivido

  • Ronnie

    A parte che i western ben fatti mi piacciono, a parte che l’ho visto in lingua originale e Waltz è stratosferico…Sono d’accordo che Tarantino non abbia sempre avuto colpi di genio (ma ha sfornato una serie di capolavori assoluti) e che attinga, per sua stessa ammissione, dai film e registi italiani (anche Scorsese lo ha sempre ammesso), ma come si fa a criticare un film come questo? E’ un gran film. Fatto bene, con un cast che si è impegnato al massimo. Non capisco le critiche a Foxx. Fa la parte giusta dello schiavo un po’ inebetito, con poche battute, stordito al punto giusto. In quanto al suo valore… guardatevi RAY, che mi lasciò a bocca aperta. Neppure lo stesso Charles sarebbe stato capace di interpretarsi così bene.

    Se poi a qualcuno non piace il western (come la mia ragazza che non ce ne capisce una mazza) si guardi qualcosa di diverso.

  • luca

    da vedere assolutamente grande tarantino…. waltz e jackson eccezionali capolavoro

  • jojo75

    cinque stelle non esageriamo adesso eddai… Il film è bello ma molto inverosimile, al di fuori dei soliti schemi western ma normale per un “Tarantino”… Pero’ diamine se questo film merita cinque stelle quante ne diamo alla saga Kill Bill? Dieci? Io lo voto un quattro pieno, nulla di più. Se non altro per la staticità della narrazione, per alcuni passaggi un po’ monotoni, per la recitazione ottima ma non perfetta di alcuni personaggi, per il goffo tentativo di imitazione di alcune scene già viste nei vecchi western all’italiana, per la poco avvincente trama di fondo di tutta la storia. Anche il finale, piuttosto banalotto.

    • Simorelly

      Appunto, lhai detto tu: stai dando il voto ad un film di Tarantino quindi sai che film fa lui e di conseguenza prende 5 stelle perchè per come li fa lui è grandioso, se avesse fatto un film normale non era la stessa cosa.

  • http://www.facebook.com/francesco.pagnani.370 Francesco Pagnani

    da TARANTINO mi aspettavo molto ma molto di piu’ ma quale capolavoro normale film

  • Marian di pietro

    Finalmente un film da 5 stelle!! Grande Tarantino!!

  • pinco panco

    eccezionale !!!

  • giampi64

    un gran bel film, un po’ troppo lungo

  • giampi64

    un autentico capolavoro.

  • giampi64

    Quando c’è un bravo regista e dei bravi attori si crea sempre un ottimo film senza ricorrerealla tecnologia avanzata.

  • naotodate

    Avendo letto prima commenti e recensioni pensavo molto meglio..Film buono ma non certo capolavoro (e se il regista fosse stato un altro i giudizi sarebbero stati diversi)
    Audio e Video ottimi, grazie cineblog

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1580542139 Giuseppe Alfredo Ruggi

    Visto al cinema. Film stupendo, Quenti Tarantino riesce in ogni film ad abbinare magistralmente diversi stili rendendo la trama sempre omogenea. In questo caso però il padre delle iene non ha giocato molto con inquadrature e stili di ripresa. Ottima recitazione, ottima fotografia e costumi. Storicamente parlando è molto preciso. Azione, inseguimenti a cavallo, pistole, cowboys, riscatto sociale, belle donne, grandi star: INSOMMA…160 min. circa di vero cinema.
    Ringrazio cineblog che permette la visione di questo film ma consiglio a tutti di spendere 5/7 euro e andarlo a vedere al cinema, natu munn!! Mi rivolgo infine ai grandi esperti di armi dei commenti in basso: “Guagliùù….ma sinceramente e napoletanamente parlando…..MA IATEV A FA NA CACAT!!!” commentate il film, la recitazione, la qualità streaming e nonste cazzate….ma chi se ne frega se non hanno utilizzato armi dell’epoca, per me TARANTINO putev pure mettere a’ Samuel L. Jackson nù pare ‘e banane. IL FILM MI AVREBBE INTRIGATO COMUNQUE E AVREI LASCIATO LO STESSO IDENTICO COMMENTO. Invece di vedere film in streaming perchè non continuate a giocare a Call of Duty??

    • http://www.facebook.com/profile.php?id=1580542139 Giuseppe Alfredo Ruggi

      era dai tempi di RAY che Jamie Fox non mi incantava così

  • adrianus

    Visto ieri al cinema, ho voluto vederlo al cinema per poi godermelo anche in lingua originale qui su cineblog, ma sinceramente non credo lo farò…l’ho trovato troppo lungo per i miei gusti, non si può fare un film di 2 ore e 45, e rimanere incollati sulla sedia dall’inizio alla fine, non vedevo l’ora che finisse, ovviamente è un bel film, su questo non si discute, ma non lo trovo un capolavoro, i capolavori di tarantino sono altri. Vale la pena cmq di vederlo al cinema, mi aspettavo un po’meglio le scenografie, che leonardo di caprio non apparisse dopo un ora di film, e meno scene parlate, ma più azione. Voto film 8

  • Svetlana Lupesku

    Film fantastico!!Sopratutto in lingua originale!

  • http://www.facebook.com/allocca.michele Allocca Michele

    il doppiaggio italiano è abbastanza anomalo rispetto quello inglese.. si perdono gli accenti da “neri” di tutte le persone di colore e anche quello da tedesco del dottore, che non capisco perchè in italiano è stato tolto.
    Insomma se ve lo guardate in inglese ve lo godete almeno il doppio

    • http://www.facebook.com/maria.rossi.54390 Per Dindirindina

      e chi non conoscete la lingua come la maggior parte della popolazione italiana come le mettiamo….

  • mmobuz

    X me uno dei film di Tarantino meglio riusciti. Mi è piaciuto proprio.

  • kobra 17

    spettacolare era da un po che non vedevo un bel film……… video 8 audio 7 ciaooo

  • ciccio

    si ragazzi volato davvero tutto!

  • http://www.facebook.com/mkbrix Mkbrix WestHamilton

    probabilmente questo sarà il primo commento (mio)a questo film.ho letto molti commenti ,e purtroppo ho notato molta ignoranza,tipica di chi è abituato a mangiar spaghetti mentre si gusta una partita di calcio dopo aver visto 4veline scosciate.il sig.Quentin ,secondo me,ha trascorso gli ultimi 2anni nella comunità africana degli us,e si nota da molte chicche ,che però non vengono notate dla pubblico italiota,molto bravo a parlare di “doppiator”o fucili eblabla…A.Dumas è nero,il dr.che stoppa la prostituta che suona con l’arpa un motivo di beethoven,il quale è discendente dei mori,quindi nero…..poi dite quel che volete,comunque ho scoperto che il bordeaux mi dona(e poi non ha prezzo la frase “essere pagato per uccidere unn bianco”)

    • Mortimer Bauer

      Grazie per questo esempio di splendida superbia ed eclatante sicumera. 5 stelle per il termine “italiota” ormai usato da tutti coloro che si credono esseri siperiori in mezzo a cotanta barbarie.

      • cli1976

        bravo Mortimer, concordo!

    • Carlo

      Che senso ha la tua frase “probabilmente questo sarà il primo commento (mio) a questo film…”..se non lo sai tu… E poi hai il coraggio di tacciare gli altri di ignoranza, sproloquiando con insulti beceri che ormai non fanno neanche più ridere, ma solo pena !Definire poi “Per Elisa” di Beethoven , “Un motivo”, è la ciliegina sulla torta del tuo “probabilmente primo” commento…

  • Mortimer Bauer

    Molto interessante la commistione tra gli spaghetti western e Mezzogiorno e Mezzo di Fuoco di Mel Brooks. A tratti cade anche nel grottesco, ma ci sta. Imbarazzante il cameo di franco Nero, statua di cera in mezzo a ottimi attori. Una piacevole tamarrata. Quattro stelle.

  • mefisto

    per me il film più bello di Tarantino resta “le Iene” poi sicuramente “Kill Bill”, mentre “Bastardi senza gloria” è una cagata pazzesca… a mio modesto avviso!

    • http://www.facebook.com/farcio Marco Falcini

      aridaje… ma scusa eh io rispetto i gusti…ma ti vorrei chiedere.. se bastardi senza gloria e’ una cagata pazzesca…
      ma i soliti idioti cos e’ ???
      gia solo quei primi dieci minuti di dialogo meraviglioso che termina con landa che grida shoshanna… smontano la tua teoria della cagata pazzesca :)

      • mefisto

        ma che c’entra?? x me “i soliti idioti” non merita nemmeno di essere menzionato ….pensa te!

        • http://www.facebook.com/farcio Marco Falcini

          no allora non ho capito il senso….io volevo solo capire come mai tanto disprezzo…perche per me la definizione cagata pazzesca vale per roba come i soliti idioti….bastardi senza gloria anche se a me non fosse piaciuto…l avrei comunque considerato un buonissimo film… di quelli che non se ne vede parecchi in giro…forse intendevi dire che per te era il peggiore di tarantino non lo so…

          • Uno Qualunque

            Inglorious Basterds è obiettivamente un gioiello di film, trascendendo dal gusto personale.

          • http://www.facebook.com/farcio Marco Falcini

            si appunto e’ quello che stavo cercando di spiegarli….grazie del supporto :)

          • Alecigna

            sono d’accordissimo, puo non piacere. però la prima scena come dicevi, e direi quella della locanda (geniale) immedesimati nel personaggio uno straniero che deve parlare tedesco con l’accento, non deve sudare non deve indugiare, alla fine commette n piccolo sbaglio, è quello il senso! (per mefisto) dire che Inglorious Basterds e na cagata pazzesca vuole dire non essere obiettivi. Ok non ti piace, guardatelo solo per Waltz. e sei gia a 6,5… il resto è tutto in più

  • BergamKnight

    Il genere “western”, ormai e purtroppo deceduto, poteva risuscitare solo grazie all’intervento miracoloso di Quentin Tarantino. Infatti, l’ultimo capitolo, riuscito e degno di nota, dell’epopea western risale al 1992, quando Clint Eastwood se ne uscì con quel capolavoro assoluto di “Unforgiven” (titolo poi “tradotto” in italiano con un improbonibile “Gli spietati”).
    In questo “Django unchained”, magistralmente orchestrati dal genio tarantinesco, ci sono tutti gli elementi classici del “vecchio” western alla Sergio Leone (al quale Tarantino tributa diversi omaggi, come nella scena finale, facendo urlare a Samuel L. Jackson quello che Leone faceva urlare ad Eli Wallach ne “Il buono, il brutto, il cattivo”).
    Senza troppi giri di parole, “Djanco unchained” è un film meraviglioso, ricco di suspense, di dialoghi ricercatissimi, di sana violenza: insomma, esattamente quello che ci si aspetta da Tarantino. Un capolavoro.

    L’unica nota negativa è il doppiaggio. Di solito, non sono uno di quelli che dice “in lingua originale è meglio”, ma questa volta purtroppo è così: il peccato più grave è quello di aver fatto perdere al personaggio di Waltz il suo caratteristico accento tedesco, accento che nella versione inglese rende il dentista King Shultz davvero esilarante.
    Quindi, se potete, guardatelo prima in inglese.

    Voto 9

  • COMMENTATORE

    Gran capolavoro!!

  • cli1976

    prima di vederlo avevo notato i voti altissimi su cineblog e quelli più bassi dei critici cinematografici. Ora che l’ho visto penso abbia ragione la critica.. è un film molto carino, ma da qui a chiamarlo capolavoro!

  • DMX

    bello sto film

  • billy

    io sono un grande fan di tarantino ma devo dire che qui mi ha un po deluso

  • ale73

    django, la solita cazzata americana stile western, non sanno proprio farli,
    w sergio leone….

    • Maicol Kiwei

      il western l’hanno inventato gli americani eh…

  • marcobahia

    secondo me va visto in lingua originale con sottotitoli per apprezzare questo grande attore…. christoph waltz.. ovvero dr king shultz…bel film… e ragazzi, il mio consiglio è sempre guardare i film in lingua originale con sottotitoli…anche se devo riconoscere che probabilmente abbiamo i migliori doppiatori del mondo…

  • Il giardino delle fragole

    Devo essere obiettivo e criticare il film? No, non mi è piaciuto granchè. Capolavoro? Ma non scherziamo! Tarantino è un geniale regista ma qui s’è un po’ perso e a tratti compiaciuto un po’ troppo. Eccessivamente lento inizialmente per poi inserire frettolosamente a forza il suo marchio di fabbrica qua e la. Montaggio davvero poco fluido. I western non si avvantaggiano di certo con un film così. Sergio Leone non lo tocchiamo per favore! Più che il doppiaggio non mi è piaciuta la fotografia in Candyland. Voto 3, 5 più per il cast che per il film

  • Laura

    A me tante cose non son davvero piaciute, peccato poteva essere film da oscar. Figure femminili “oche” che invece in questo tipo di film si son sempre dimostrate, si bisognose dell’aiuto della figura maschile, ma anche donne forti di coraggio capaci di prendere un fucile in mano in caso di bisogno. Nella terza parte delle musiche che… cosa c’entrano? io il dottore lo avrei fatto vivere e quella sparatoria stile Matrix che dire….. O.o

  • Vincent

    Molto bello!

  • marcodf

    film stupendo…lo aggiungo con pulp fiction tra i migliori di tarantino se non il migliore…ma la voce di jaminne fox rende molto di più in lingua originale. voto 10/10!!!!Tarantino è uno dei migliori…soprattutto nelle belle morti che incontra nel suoi film ;)

  • http://www.facebook.com/sergio.pantaleo Sergio Pantaleo

    Bellissimo…solo il grandioso TARANTINO può produrre sti films

  • Jacopino

    Il finale con la canzone di Trinità vale tutto il film!

  • http://www.facebook.com/patrick.suprani Patrick Suprani

    superbo, leggendario, giusto. un grande omaggio a leggende del cinema: sergio leone, bruno corbucci(e. b. clucher), lo chiamavano trinita’, ennio morricone.

  • sagredous

    e un tributo al spaghetti western
    “They Call Me Trinity”
    he is the guy……

  • Luisa

    Visto in lingua originale, nessuna “sofferenza” bellissimo tutto quanto, compreso le musiche!

  • Ferfovasst e avanzz

    superlativo!!! nn ho altro da aggiungere.

  • DENISE

    Capolavoro di Tarantino!! Trama molto lineare e cast meraviglioso,Tarantino è una ventata d’aria fresca per il mondo del cinema, oltretutto omaggia anche il western italiano!!! VOTO 10!!

  • CristianoAdiutori

    Bellissimo.
    Omaggio integrale all’imenso cinema di Enzo Barboni.
    Che forse rimane più elegante e pulito di Tarantino.

    Una trilogia intera in un film.

    Peccato per le scene tagliate della prigionia di Django con il grandissimo Bruce Dern.

  • Adonai

    una bomba!

  • http://www.facebook.com/mkbrix Mkbrix WestHamilton

    no,non si può ma cosè la fiera dei bimbi?io ho fatto un commento sul film e su quello che per me ha fatto il regista,se a voi non piace la verità son problemi vostri,non mi interessa che mettiate voto negativo al mio commento,i fatti ,per chi li conosce son evidenti.italiota,vi offendete per cosi poco ,be siete messi maluccio signori,ma parlate del film ,cos’è questa volta il sig.Tarantino manifestando il suo interesse per la comunità e la storia(in breve)Africana vi dà fastidio?problemi vostri(di chi commenta a casaccio,e continua a mangiar spaghi).superbia ?sicumera?ma almeno tu conosci gli occidentali?conta fino a cento va la.la storia tu non sai dove stia di casa,alla prossima.

  • http://www.facebook.com/alessio.lenzo Alessio Fotografia Lenzo

    Una sola parola.
    Spettacolare!!!!

  • tyrthth

    non il miglior film di tarantino ma bello , bravi attori e le stelle fanno la loro parte. nonostante non abbia il genio di pulp fiction e kill bill si sente che lo ha fatto tarantino, se vi piace il western un po modernizzato questo film fa al caso vostro

  • rafael

    ahaah bello. solo una cosa.. nei titoli di cosa avrebbe dovuto anche ringraziare tutti i cavalli, nome per nome ;-)

  • http://www.facebook.com/sinoassa.bombassei Sino Assa Bombassei

    Si è molto discusso del doppiaggio del film e se sia migliore quello in lingua originale rispetto a quello in italiano. A tal proposito vorrei chiedere, in forma di inchiesta, una cosa agli utenti di cineblog01. Secondo voi rigirando la questione. Sarebbero belli lo stesso tutti i film italiani, sopratutto di genere commedia, i film di Totò, Fantozzi, Benigni, Lino Banfi, Abatantuono, Gassman, Tognazzi, Sordi ecc…… doppiati in inglese. Io credo di no.

    • Carlo

      Ciao Sino. La questione del doppiaggio è sempre molto dibattuta, e molti “puristi” lo vedono come un oltraggio al film stesso, oltre che una dimostrazione del basso livello culturale di noi italiani. Il fatto è però che il doppiaggio, anzichè scomparire, si sta sempre più diffondendo anche in altri paesi, come Francia, Germania, Spagna, per non parlare dei paesi dell’est. Ti basta fare un giro su internet e trovi film doppiati nelle lingue più inusitate. E proprioTotò, si lamentava che le sue battute doppiate in tedesco, perdevano tutta la loro comicità, perchè fatte di giochi di parole intraducibili. Quindi non dobbiamo vergognarci di vedere un film doppiato, anche perchè i nostri doppiatori, salvo rare eccezioni, sono di un livello alto, se non altissimo, e non di rado, sono artefici, con le loro voci, del successo di un film.Mi piace, quando è possibile ( e Cineblog ce ne dà spesso l’opportunità) andare a confrontare la voce dell’attore originale con quella del doppiatore e, specialmente quando si tratta di attori statunitensi (per altro straordinari), non posso proprio dire che il film ci perda, anzi.

    • http://www.facebook.com/daniele.gazzotti Daniele Gazzotti

      La tua domanda non ha un gran senso e ora ti spiego perchè.
      Il fatto di preferire (personalmente parlando) i film in lingua originale,non è dovuto al fatto che mi “piace sentire parlare in inglese”,ma bensì perchè,se ti interessa vedere com’è VERAMENTE la recitazione di un’attore,devi sentirlo parlare con la sua voce e nella sua lingua.Perciò se vedo Tognazzi lo vedo in italiano e se vedo DeNiro lo vedo in inglese.

  • tia95

    1 sola parola per descrivere Django Unchained…. CAPOLAVORO!

    Voto film: 10+
    Grazie Cineblog! :)

  • http://www.facebook.com/daniele.gazzotti Daniele Gazzotti

    Ma solo a me è sembrato che Tarantino buttandola sul ridicolo nell’ultima mezzora abbia rovinato quello che poteva essere il suo miglior film di sempre?

    • pulpfiction

      Sono d’accordo con te, ha trattenuto il suo stile pulp per 3/4 del film dando un taglio quasi documentaristico e di denuncia sul “medioevo” americano e poi ha spinto a tavoletta nell’ultima mezz’ora. Direi quasi che ha voluto terminare forzatamente con l’happy ending una storia drammatica e ben costruita solo per congedare più serenamente la parte meno esigente del pubblico. (e commercialmente parlando, lo posso anche capire)

      Tutto sommato, rimane comunque un ottimo film.
      Ovviamente tutti i fan di Tarantino (come me) ad ogni nuovo film si aspettano di rivivere il perfetto equilibrio fra grottesco e realtà che trasudava Pulp fiction, ma credo purtroppo che resterà l’apice indiscusso della sua carriera (e non ti immagini quanto vorrei essere smentito)

      • http://www.facebook.com/daniele.gazzotti Daniele Gazzotti

        io penso semplicemente che Tarantino sia (seppur bravo) molto sopravvalutato,e che lui in questa cosa ci sguazzi.Ad un certo punto della tua carriera devi deciderti se fare l’autore o il cazzone,non ci sono vie di mezzo,o butti un filmone in vacca (come in effetti ha fatto).Molto meglio Rodriguez allora.Almeno fa il cazzone e lo ammette,non si nasconde dietro a maschere autoriali come Tarantino.Sicuramente può piacere meno,ma almeno è onesto verso il pubblico.

        • pulpfiction

          La fredda e spietata statistica dice che nella classifica dei migliori 250 film di tutti i tempi,

          votata da spettatori di tutto il mondo,

          su Internet Movie Database (IMDb.com)

          il Film Pulp fiction è stato votato da 737’592 spettatori,

          con un voto >>>>>MEDIO<<<<>>>>MEDIO<<<<< di 8,5
          (stesso link di cui sopra)

          Ora le cose possibili sono due:

          o tu sei l'unico obiettivo e 212'727 persone in giro per il globo si stanno sbagliando,

          oppure……….

  • EF

    Grazie Cineblog!

    in italiano perde un sacco ma è comunque un film divertente. Inutile accostarlo ai capolavori di Leone, lì si tratta di un livello molto ma molto più alto di cinema, ma comunque merita la visione.

  • http://www.facebook.com/mattia.franchetto.92 Mattia Franchetto

    bellissimo il film ma nn cerano i winchester prima della guerra civille americana il primo winchester e nato nel 1866 e la guerra si concluse nel 1865

    • Carlo

      Se è così, lo stesso errore lo ha fatto il grande Sergio Leone ne”Il buono, il brutto e il cattivo”, perchè è ambientato durante la guerra di secessione e ci sono i winchester

  • http://www.facebook.com/domenico.guidace Il Brigante

    bel film sicuramente da vedere, se ti piace il genere.

  • lope

    noooo
    tutto bello e alla fine mi cadi così rubando lacanzone del mitico ‘lo chiamavano trinità’…. k caduta di stile

  • http://twitter.com/RaffoTaffo - infinite ∞

    Tarantino non sbaglia mai! perfetto come tutti i suoi film,in sub molto meglio!

  • vic

    secondo me,il doppiaggio è la rovina del cinema

  • MARIO5

    perfetto.. film, cast e musiche fantastiche :)

  • sacha schiess

    rende meglio in lingua originale secondo mè ma comunque strepitoso doppiaggio, grandissimo filmone di un sempre grandissimo Tarantino !! non ho apprezzato molto il rap come colonna sonora in alcuni passaggi ma a parte questo è sicuramente un grande film . Magnifico Waltz !!

  • GoLeM75

    è bruttisimo..non lo consiglio assolutamente…2….ehm..vabbè non mi crede nessuno :P Stupendo voto 10 :)

  • dedalo Squinzi

    Una rivisitazione Tarantiniana degli spaghetti western, in cui primeggiavano le colonne sonore indimenticabili di Ennio Morricone. Non so se voleva essere un omaggio all’artista, ma comunque azzeccato. Le colonne sonore non sono male, le parti reppate si congeniano bene con le immagini nelle parti un cui vengono utilizzate.

    Il film è gradevole, niente di esaltante. L’ho apprezzato senza troppo entusiasmo dato che non mi è mai molto piaciuto Tarantino.

    In lingua originale si possono apprezzare di più le sfumature dei dialoghi (trascurando Jamie Fox che è veramente pietoso e, anzi, con la traduzione migliora pure), ma sono comunque contento che nel nostro paese i film vengano tradotti. Si può dire tutto, ma seguire qualunque cosa nella propria lingua non è paragonabile a niente, sfido chiunque a sostenere il contrario.

  • disqus_6OpSbv1cID

    5 stelle ? Ma stiamo scherzando ? Al giorno d’oggi certi film non si trovano assolutamente !! Aggettivi da dedicare al film non ce ne sono perchè è un film che non rivela magagne o imperfezioni di alcun genere.Cast straordinari in più C. Walte e Jamie F. meritano un’oscar dovrebbero lavorare nuovamente insieme . Tarantino questa volta stupisce davvero se non fosse per un finale improntato sul suo solito genere ” troppo ” rosso sangue . Da vedere Assolutamente 290 con lode

  • michele

    poche parole anche se potrei dilungarmi per pagine e pagine.
    Quentin tarantino dimostra per “L’ENNESIMA” volta di essere un tecnico da dieci e lode, un uomo colto ed un cazzone(nel senso buono del termine) di prima categoria. Di registi così ce ne sono pochi e meritano solo di essere elogiati. NON ESISTE un film del buon Quentin che non sia un capolavoro. Chi non la pensa così, o è un ignorante in materia oppure è uno pseudo-intellettuale alla ricerca di etiche spocchiose e stucchevoli.

  • http://www.facebook.com/armando.palatella.1 Armando Palatella

    Bellissimo film… un film ke consiglierei di vedere voto 9

  • XxalexX

    Visto al cinema appena uscito…k dire? Nn molto , Tarantino è e resterà sempre 1 grande!! Godetevelo , soprattutto la scena del kkk…in sala eravamo tutti piegati dal ridere! Buona visione tutti!! Grazie cineblog.

  • http://www.facebook.com/sabato.leo.77 Sabato Leo

    Un Film Western molto moderno, direi ottimo dal mio punto di vista.
    Per me che amo il Western è veramente un capolavoro, non ho parole “Bellissimo”.

  • gianni96

    stupendo :)

  • KleyRebirth

    Veramente bello. Qualità Video 8 ed Audio 8. Decisamente da vedere!

  • Io me

    Finalmente un film a 5 stelle.

  • http://www.facebook.com/alberto.sammarini Alberto Sammarini

    non ci sono parole…..STUPENDO

  • http://www.facebook.com/superKill3r Stefan Seb Andrei

    Questo si che è un film!!

  • Jenny

    Questo fiml è fantastico

  • http://twitter.com/gtuberosi Giuseppe Tuberosi

    Magnifico film!

  • chen

    tarantino non ne sbaglia uno

  • http://www.facebook.com/simosamu Simo Belli

    spettacolo!!!!!!!

  • http://www.facebook.com/emanuele.marini.549 Emanuele Marini

    Le musiche sono un pò messe a cavolo, per il resto è stupendo.

  • http://www.facebook.com/ivan.migliore1 Ivan Tkd Migliore

    nn ci sono parole stupendo davvero unico nel suo genere consiglio di vederlo a tutti e mi voglio complimentare cn tutto lo staff di cineblog ottimo lavoroo

  • rudolf

    nn ci sono prole per descrivere questo film anzi una ce ne : meraviglioso

  • salvo

    bello ragazzi

  • klaudyo

    Beh che dire,io ci sono andato al cinema,perché io non mi perdo nemmeno un film di Tarantino.Molto bello ma forse sta volta leggermente un po sotto tono se paragonato a tutte le altre opere passate di Tarantino,ma comunque da avere assolutamente

  • lanny

    bellissimo

  • Rolling

    Gran bel film, con grande merito di Tarantino ovviamente.
    Consigliatissimo.

  • http://www.facebook.com/alessandro.deangelis.169 Alessandro de Angelis

    Uno dei migliori film che abbia visto fin ora… che dire, spettacolare :)

  • elisabetta

    bellissimo ma …crudo,troppo crudo!christopher w. ottimo,e di caprio…non smette di stupirmi,davvero tutti bravi,senza difetti

  • Raffaele Trovato

    film allucinate tarantino e un grande! e ache gli attori che hanno interpretato questo meraviglioso film sono dei grandi! sono veramente soddisfatto !!!!!

  • Alvaro Ricciotti

    mi è piaciuto!!!!!

  • Alberto Murtas

    marooooooooooo finalmente è tornato super Tarantino…questi si che sono dei films

  • PartyLoco

    Come si fa a non amare Tarantino?!? Solo lui poteva creare un film del genere, geniale.

Info: Questo sito offre un semplice servizio di catalogazione. Ogni opera audio visiva elencata in questo sito,        | CB01.TV ex CineBlog01 è un Sito Sicuro! è inserita in altri siti e quindi non messa da noi. Ogni link ad opere dell’ingegno qui presente è reperibile tramite un qualsiasi motore di ricerca ed inoltre il materiale audio visivo per quanto ci concerne è autorizzato ad essere trasmesso dagli stessi siti che ne mettono a disposizione lo streaming e qualora così non fosse è responsabilità degli stessi siti di streaming cancellare il materiale protetto dalle loro vigenti norme sul diritto d’autore. Il nostro, in conclusione, è un semplice servizio di catalogamento di link verso materiale audio-visivo che non viola in alcun modo le nostre leggi vigenti. Qualora siate convinti del contrario vi preghiamo di contattarci e di segnalare la legge e il\gli articolo\i secondo i quali il nostro non sarebbe un servizio regolare.                                          © 2014 CineBlog01 | FILM GRATIS IN STREAMING E DOWNLOAD LINK - SEGUICI SU Facebook   Twitter   Google+